martedì 24 dicembre 2019

IX Convegno Nazionale di Speleologia in Cavità Artificiali - Palermo 19-22 Marzo 2020: QUARTA CIRCOLARE

QUARTA CIRCOLARE 
Aggiornamento programma e scadenze ‐ modalità di iscrizione – linee guida ‐ come arrivare a Palermo – come muoversi in città – dove dormire

La Società Speleologica Italiana, in collaborazione con la Commissione Nazionale Cavità Artificiali, invitano tutti coloro che svolgono attività di esplorazione, ricerca e documentazione nel campo degli ipogei antropogenici di interesse storico, a prendere parte al IX Convegno Nazionale di Speleologia in Cavità Artificiali, che si svolgerà a Palermo, presso il Museo di Geologia “G. G. Gemmellaro”, dal 19 al 22 Marzo 2020. 

La Società Speleologica Italiana è impegnata da molti anni nella tutela delle acque anche attraverso il progetto "L'acqua che berremo", varato nel 2003 in occasione dell’Anno internazionale dell’Acqua e la sua Commissione Nazionale Cavità Artificiali si occupa di censimenti tematici legati al tema acqua, quali la “Carta degli Antichi Acquedotti”. 

La giornata conclusiva del 22 Marzo, Giornata Mondiale dell'Acqua, è riservata ad una specifica sessione sulle antiche opere idrauliche, con particolare riguardo ai sistemi di raccolta delle acque meteoriche (pioggia e neve), che hanno rappresentato un ruolo importante nell’approvvigionamento idrico di molte città, nel passato come oggi, configurandosi come strumento per la sostenibilità delle risorse idriche. Per tale sessione saranno richiesti crediti formativi per gli ordini professionali.

INDIRIZZO SEGRETERIA CONVEGNO: segreteria.hypopa2020@gmail.com 

INDIRIZZO PER INVIO CONTRIBUTI DEFINITIVI/EDIZIONE ATTI: hypopa2020@gmail.com 

INVIO DEI CONTRIBUTI DEFINITIVI 
La call for abstracts si è chiusa il 15 ottobre: sono state accettate cinquanta relazioni che saranno presentate in parte oralmente ed in parte come poster. Tutti i contributi presenti nel programma saranno inseriti per esteso negli atti, indipendentemente dalla modalità di presentazione. Gli autori sono tenuti ad inviare entro e non oltre il 28 febbraio 2020 i contributi definitivi, redatti secondo le linee guida, all’indirizzo hypopa2020@gmail.com. La scadenza si intende definitiva e non sarà prorogata. Entro tale data almeno un autore per ciascun contributo (e non lo stesso per più contributi) dovrà risultare iscritto.

SCARICA QUI IL PDF COMPLETO DELLA QUARTA CIRCOLARE CON IL PROGRAMMA DEL CONVEGNO

mercoledì 13 novembre 2019

21 novembre 2019, ore 16:30, Roma: Proiezione del documentario: "Progetto Albanus: dentro l'antico emissario"


A.S.S.O. onlus in collaborazione con Federazione HYPOGEA presenta:

PROGETTO ALBANUS: DENTRO L’ANTICO EMISSARIO
Un documentario di Massimo D’Alessandro
Esplorazioni, archeologia, scienza, avventura e prospettive di una delle più importanti opere idrauliche del mondo antico

21 novembre 2019, ore 16:30 
Palazzo Patrizi Clementi, Piano Nobile, Via Cavalletti 2, Roma

L’ingresso è gratuito ma si consiglia la prenotazione al numero 06 6723 3002-03 oppure inviando una mail a: info@assonet.org 


L’emissario del lago Albano, nel comune di Castel Gandolfo, è una delle più antiche testimonianze romane di ingegneria idraulica di straordinario valore storico, archeologico e geologico, sino ad oggi scarsamente indagata per le enormi difficoltà esplorative. Lungo quasi un chilometro e mezzo, consentiva il deflusso ottimale e regolabile delle acque del lago Albano dall’ingresso denominato "incile" verso l’uscita in località Le Mole di Castel Gandolfo. 

Dal 2013 la Federazione Speleologica HYPOGEA, costituita dai tre maggiori gruppi speleologici romani specializzati in esplorazione e documentazione di antiche cavità artificiali, (A.S.S.O., Egeria Centro Ricerche Sotterranee e Roma Sotterranea), sta affrontando in modo sistematico e con tecniche avanzate per la prima volta l’esplorazione completa dell’emissario per realizzare la mappatura topografica completa, l’analisi costruttiva dettagliata e, aspetto non secondario, acquisire dati sufficienti per valutare un progetto di recupero e valorizzazione che permetta finalmente, dopo più di duemila anni, di restituire alla comunità questa importante opera di ingegneria idraulica antica.
Ulteriori informazioni sul progetto al seguente link: http://progettoalbanus.assonet.org 

sabato 26 ottobre 2019

Il documentario "Progetto ALBANUS: dentro l'antico emissario" terzo classificato alla Ressegna del Cinema Archeologico di Licodia Eubea


L'intervista a Massimo D'Alessandro, socio fondatore della A.S.S.O. e regista del documentario "Progetto Albanus: dentro l'antico emissario", terzo classificato per il "Premio Archeoclub d'Italia" alla IX Rassegna del Cinema e della Comunicazione Archeologica di Licodia Eubea.

Il film, presentato in prima assoluta, narra l’esplorazione ancora in progress dell’Emissario Albano, una delle più antiche testimonianze romane di ingegneria idraulica. A questo link maggiori informazioni sul Progetto Albanus, condotto dalla Federazione HYPOGEA.


sabato 12 ottobre 2019

17 ottobre 2019, Licodia Eubea (CT): proiezione in prima nazionale del documentario "PROGETTO ALBANUS: DENTRO L'ANTICO EMISSARIO"

Il 17 ottobre 2019, nell'ambito della "IX Rassegna del documentario e della comunicazione archeologica" che si terrà a Licodia Eubea (CT) dal 17 al 20 ottobre, verrà proiettato in concorso e in prima assoluta "PROGETTO ALBANUS: DENTRO L'ANTICO EMISSARIO",  il documentario di Massimo D'Alessandro, realizzato da A.S.S.O. e Federazione HYPOGEA che narra l'esplorazione in corso dell'Emissario Albano, una delle più antiche testimonianze romane di ingegneria idraulica.




Il documentario narra la campagna di esplorazione e documentazione in corso da più di tre anni da parte degli speleologi della Federazione HYPOGEA all'interno dell'antico emissario Albano.

L’emissario del lago Albano, nel comune di Castel Gandolfo, cuore dei Colli Albani, è una delle più antiche testimonianze romane di ingegneria idraulica. Secondo solo alla Cloaca Massima, è una struttura di straordinario valore storico, archeologico e geologico, sino ad oggi scarsamente indagata per le enormi difficoltà esplorative. 

L’emissario, lungo quasi un chilometro e mezzo, consentiva il deflusso ottimale e regolabile delle acque del lago Albano dall’ingresso denominato "incile" verso l’uscita in località Le Mole di Castel Gandolfo. Nel 2013 la Federazione Speleologica HYPOGEA, costituita dai tre maggiori gruppi speleologici romani specializzati in esplorazione e documentazione di antiche cavità artificiali ASSO, Egeria Centro Ricerche Sotterranee e Roma Sotterranea, decide di affrontare in modo sistematico e con tecniche avanzate per la prima volta l’esplorazione completa dell’emissario del lago Albano. 

Si pone l’obiettivo di realizzare la mappatura topografica completa, l’analisi costruttiva dettagliata e, aspetto non secondario, acquisire dati sufficienti per valutare un progetto di recupero e valorizzazione che permetta finalmente, dopo più di duemila anni, di restituire alla comunità questa importante opera di ingegneria idraulica antica. 

Nasce così il "PROGETTO ALBANUS"

mercoledì 3 luglio 2019

IX Convegno Nazionale di Speleologia in Cavità Artificiali - Palermo 19-22 Marzo 2020: CALL FOR ABSTRACTS


IX CONVEGNO NAZIONALE DI SPELEOLOGIA IN CAVITA' ARTIFICIALI
Palermo, 19/22 marzo 2020
Museo di Geologia "G.G. Gemmellaro" - Corso Tukory 131 - Palermo

Sono trascorsi sette anni dall'ultimo Convegno Nazionale di Speleologia in Cavità Artificiali della Società Speleologica Italiana (Ragusa 2012), durante i quali si sono svolte numerose altre iniziative di condivisione tecnico scientifica: il Simposio “Mundus Subterraneus” (Urbino 2016) ed i congressi internazionali Hypogea/UIS del 2015 (Roma), 2017 (Cappadocia, Turchia), 2019 (Dobrich, Bulgaria) che hanno offerto occasioni di confronto mondiale. 
Grazie allo sforzo congiunto degli speleologi italiani, l'attività di ricerca condotta nel nostro Paese nell'ambito dei Beni Culturali rappresenta un imprescindibile punto di riferimento nel mondo ed è ritenuta decisiva per la conoscenza, la tutela e la valorizzazione del patrimonio ipogeo di interesse storico e archeologico. 
È con piacere, quindi, che invitiamo tutti coloro che svolgono attività di esplorazione, ricerca e documentazione nel campo degli ipogei artificiali a prendere parte attiva al IX Convegno Nazionale di Speleologia in Cavità Artificiali, che si svolgerà a Palermo, presso il Museo di Geologia “G. G. Gemmellaro”, dal 19 al 22 Marzo 2020. 
In questa occasione è riservata, nella giornata conclusiva del 22 Marzo, Giornata Mondiale dell'Acqua, una specifica sessione sulle opere idrauliche antiche, con particolare riguardo ai sistemi di raccolta delle acque meteoriche (pioggia e neve). 
L'obiettivo per lo sviluppo sostenibile 6 specifica: "Acqua per tutti entro il 2030 senza lasciare indietro nessuno". Ma in realtà miliardi di persone vivono ancora senza avere accesso all'acqua, risorsa dalla quale dipendono il futuro del nostro pianeta e la nostra stessa sopravvivenza. È quindi un bene da preservare poiché è legata direttamente alla nostra vita. Il ricorso alla conservazione e all’utilizzo della risorsa naturale dell’acqua piovana ha svolto un ruolo importante nell’approvvigionamento idrico delle città, nel passato come oggi, configurandosi come strumento per la sostenibilità delle risorse idriche. 
La Società Speleologica Italiana è impegnata da molti anni nella tutela delle acque carsiche con il progetto "L'acqua che berremo" e la Commissione Nazionale Cavità Artificiali ha prodotto dei censimenti tematici legati al tema acqua, quali la Carta degli Antichi Acquedotti (sotterranei) e il Censimento delle opere artificiali di regimazione dei bacini endoreici (emissari sotterranei). 

Call for abstracts 
Le saremmo grati se volesse considerare l’eventualità di presentare un lavoro al convegno e diffondere l'invito anche tra colleghi che potrebbero essere interessati. I contributi, inediti, dovranno riguardare i risultati conclusivi o preliminari degli studi condotti in cavità artificiali, come di seguito definite: opere sotterranee di interesse storico, archeologico, geologico, antropologico, realizzate dall’uomo o riadattate alle proprie necessità, classificate per epoca, tecnica di realizzazione e destinazione d’uso (funzione). I contributi, redatti secondo le linee guida allegate, saranno sottoposti a revisione da parte del Comitato Scientifico e, se ritenuti idonei, ammessi alla presentazione (orale o poster). 
Tutti i contributi accettati saranno inseriti per esteso negli atti, indipendentemente dalla modalità di presentazione (orale o poster) e saranno pubblicati sulla rivista Opera Ipogea ‐ Journal of Speleology in Artificial Cavities. 

Invio abstracts
Gli autori interessati a presentare un contributo sono invitati a sottomettere un abstract in italiano ed inglese, secondo il template predisposto e allegando il modulo di accompagnamento, da inviare all’indirizzo: hypopa2020@gmail.com entro il 30 Settembre 2019.

Documentazione on-line scaricabile:

ISCRIZIONI 
Le modalità di iscrizione saranno rese note con la seconda circolare. 

RIEPILOGO DATE IMPORTANTI:
Sottomissione abstract: 30 Settembre 2019 
Invio contributi definitivi: 28 Febbraio 2020 
Termine ultimo iscrizione: 28 Febbraio 2020 

INDIRIZZO DI CONTATTO ED INVIO ABSTRACT: hypopa2020@gmail.com 

SEDE DEL CONVEGNO: Museo di Geologia G. G. Gemmellaro, Sistema Museale di Ateneo Università degli Studi di Palermo Corso Tukory 131 – Palermo 

ENTI PROMOTORI:
Società Speleologica Italiana ‐ Commissione Nazionale Cavità Artificiali Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia Museo di Geologia G.G. Gemmellaro, Sistema Museale di Ateneo, Università degli Studi di Palermo Società Italiana di Geologia Ambientale Università degli Studi di Palermo, Dipartimento di Scienze della Terra e del Mare Hypogea Ricerca e Valorizzazione Cavità Artificiali

COMITATO ORGANIZZATORE: Michele Betti (Commissione Nazionale Cavità Artificiali della Società Speleologica Italiana) - Pietro Di Stefano (Direttore Museo Gemmellaro, Palermo) - Paolo Madonia (Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Palermo) - Elena Alma Volpini (Presidente Hypogea)

COMITATO SCIENTIFICO: Michele Betti (Commissione Nazionale Cavità Artificiali della Società Speleologica Italiana) - Roberto Bixio (Centro Studi Sotterranei, Genova – Comm. Naz. CA SSI) - Vittoria Caloi (Egeria Centro Ricerche Sotterranee, Roma – Comm. Naz. CA SSI) - Marianna Cangemi (Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Palermo) - Andrea De Pascale (Direttore Editoriale Opera Ipogea) - Sossio Del Prete (Commissione Nazionale Cavità Artificiali della Società Speleologica Italiana) - Carla Galeazzi (Hypogea ‐ Comm. Naz. CA SSI) - Carlo Germani (Egeria Centro Ricerche Sotterranee, Roma – Comm. Naz. CA SSI) - Giuliana Madonia (Università degli Studi di Palermo) - Massimo Mancini (Università degli Studi del Molise, Campobasso) - Mario Parise (Università Aldo Moro, Dip. Scienze della Terra e Geoambientali, Bari) - Pietro Todaro (Società Italiana di Geologia Ambientale) - Marco Vattano (Università degli Studi di Palermo) 

Programma preliminare 

GIOVEDÌ 19 MARZO 2020 (ESCURSIONE PRE‐CONVEGNO facoltativa) 
08:00 Partenza per Sperlinga (EN) 
10:00 ‐ 12:30 Visita al Castello di Sperlinga ed alle abitazioni rupestri
Pranzo in agriturismo 
14:30 Partenza per Petralia Soprana (PA) 
15:30 ‐ 17:00 Visita guidata alla Miniera di sale 
17:00 Rientro a Palermo (Programma di massima, con costi e modalità che saranno comunicati nella seconda circolare) 

VENERDÌ 20 MARZO 2020 
10:00 – 11:00 Apertura segreteria e registrazione dei partecipanti 
11:00 ‐ 11:30 Apertura del convegno, interventi istituzionali 
11:30 ‐ 13:00 Sessione A ‐ Interventi ad invito 
Pausa Pranzo 
15:00 ‐ 16:30 Sessione B 
Coffee break 
17:00 ‐ 18:30 Sessione C 

SABATO 21 MARZO 2020 
09:00 ‐ 13:00 Visita agli ipogei artificiali della Città di Palermo 
Pausa Pranzo 
15:00 ‐ 16:30 Sessione D 
Coffee break 
17:00 ‐ 18:00 Sessione E 
18:00 ‐ 19:00 Sessione Poster 
Cena sociale (facoltativa) 

DOMENICA 22 MARZO 2020 ‐ Giornata Mondiale dell’Acqua 
Sessione F "Antiche opere idrauliche, censimenti tematici, sistemi di raccolta delle acque meteoriche" 
09:00 – 10:30 Sessione F ‐ Interventi Enti Promotori e Co‐promotori ad invito 
Coffee break 
11:00 – 13:00 Sessione F 
Pausa pranzo 
14:30 ‐ 16:00 Sessione F